statistiche sito web
Sunday Radio - Lucera 97.5 fm  
SundayRadio
Roshe Run 2015, Nike Air Max 90 2015, Air Jordan 2015
News - sundayradio Lucera
   ATTUALITÀ
   CITTÀ
   CRONACHE
   CULTURA E SPETTACOLI
   LUCERA CALCIO
   MICROFONO APERTO
   PERSONE
   POLITICA
   PREAPPENNINO
   SECONDO NOI
   SINDACATI
   SPORT
 
Musica
   NOVITA' DISCOGRAFICHE
   GLI IMPERDIBILI
 
Scrivi a sundaradio Lucera Sundayradio, la radio di Lucera
Amici di sundayradio
   
LUCERA MY LOVE
 
Link utili
    VIABILITA'
    OROSCOPO
    METEO
 
   
E' CADUTA LA QUERCIA DI SANTA JUSTA (FOTO)
 

La notizia è drammatica: Lucera non ha più uno dei simboli della sua storia e dell'intero patrimonio verde. La Quercia di Santa Justa si è abbattuta al suolo la notte scorsa, spezzata dalle imponenti raffiche di vento che hanno interessato la nostra zona nelle ultime ore.
L'albero monumentale, che aveva un'età stimata di circa novecento anni, al punto che la leggenda vuole vi abbia trovato ristoro sotto la sua folta chioma addirittura l'imperatore Federico II di Svevia, era da tempo malato. L'allarme fu lanciato qualche anno fa da Mauro Cutone, referente locale del WWF che convocò al capezzale dell'imponente pianta il prof. Claudio Ciccarone, fitopatologo dell'Università di Foggia. La diagnosi, per quello che fu possibile fare nel corso di alcuni sopralluoghi, fu impietosa: l'albero stava morendo, per complicazioni dovute all'età avanzata, ma anche alla probabile e intensa attività di insetti parassiti degli alberi che all'interno del tronco scavavano gallerie, minandone la resistenza. La tesi del professore fu poi confermata da un entomologo, cioè un esperto di insetti, anch'egli convocato sul posto dagli ambientalisti lucerini.
Ma, a decidere la sorte della Quercia di Santa Justa è stata, sempre secondo quanto dichiarato dai professori che la esaminarono, anche la mano dell'uomo. Letale, a parere degli esperti, sarebbe stata la posa dell'asfalto sulla vicina strada che avrebbe impedito all'acqua piovana di penetrare in modo efficace verso le radici e, soprattutto, nelle estati calde, riflettendo i raggi del sole, avrebbe aumentato la temperatura attorno al gigante malato. Infatti, era ormai evidente che la vita aveva abbandonato la metà dell'albero, quella che guardava la strada, completamente spoglia e con la corteccia che cadeva a pezzi. Dall'altra parte, invece, i rami avevano ancora le foglie, anche se il processo devitalizzante, impietoso, si stava estendendo. Il prof. Ciccarone aveva detto che la Quercia di Santa Justa sarebbe sopravvissuta solo qualche anno ancora se non si fosse corsi ai ripari con specifici trattamenti chimici utili ad uccidere i parassiti, ma non se ne fece nulla e l'albero di Federico II ha continuato ad agonizzare in contrada Fontanelle, poco lontano dalla Fortezza Svevo-Angioina.

 




Sunday Radio on Facebook
La Quercia di Santa Justa abbattuta dal vento
  POLITICA - Risultati elezioni ...  
  SOCIALE - Lo scrittore Maurizi...  
  SOCIALE - Una mano per la scuo...  
  EVENTI - Thinkers Art Festival...  
  EVENTI - A Ischitella, il IV R...  
  SOCIALE - Campi scuola di Prot...  
  CONCERTI - Si è concluso il Fe...  
  SOCIALE - Protezione civile, u...  
  CONCERTI - Festival Apuliae, e...  
  SOCIALE - Tornano i campi di l...  
     
http://www.medicisenzafrontiere.it http://www.wwf.it/
 
    SundayRadio Lucera    
 
Powered by Sunday Radio - Lucera FG - IT - Tutti i diritti riservati

Questo sito non costituisce testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con regolarita' ma solo secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto, non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.